Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su 'Maggiori informazioni'. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Novità Sala Ragazzi Aprile 2017

Novità dalla Sala Ragazzi
0-6 ANNI
 
Micelle Cuevas
Il postino dei messaggi in bottiglia
Determinato e solitario, il postino dei messaggi in bottiglia sa bene che quel che deve portare a destinazione non sono solo messaggi, ma frammenti di vita, ricordi, sogni. Il suo è un lavoro della massima importanza. È suo dovere aprire ogni bottiglia arrivata dall'oceano e assicurarsi che venga consegnata. Quando un giorno arriva dal mare, senza mittente e senza destinatario, un invito a una festa...
 
Stéphane Servant
Ma che roba è?
Un giorno Bobo l'elefante trova un pezzo di stoffa a righe. Cosa sarà mai? Ma certo, è un cappello! E gli sta proprio bene. Kiki l'alligatore però non è d'accordo: è un mantello, ed è perfetto per lui. Peccato che Zazà la pecora non la pensi così: è chiaramente una gonna, proprio della sua taglia. Ma anche Lili la formica e Juju il pulcino vogliono quella "roba". E tutti si mettono a litigare. Finché non scoprono una cosa davvero... Bleah! 
 
Rocio Martinez
Le paure di gatto Filo
Questo albo mette a fuoco un argomento significativo e consueto fra i bambini: le paure. Filo non è in grado di rimanere da solo in una stanza perché i rumori sconosciuti lo atterriscono: l'aria che entra dalla finestra, la lavatrice in funzione, lo sciacquone che sgocciola... Non importa quale rumore lui senta, nella sua immaginazione si trasforma in un mostro che vuole catturarlo e che lo fa correre al riparo. Alla fine, però, la situazione si capovolge: sarà la mamma a sentire la stessa paura di Filo e il gattino ad aiutarla a superarla, prendendola per mano e trovando una spiegazione ragionevole da una stanza all'altra. Le illustrazioni a pastello rappresentano una famiglia di gatti in un appartamento cittadino. L'autrice si concentra sulla prospettiva, espandendo lo spazio delle le stanze che appaiono troppo grandi, proprio come i bimbi percepiscono la realtà. Questo effetto trasmette la paura e la solitudine di Filo, sebbene le stanze non abbiano nulla di minaccioso, ma soltanto oggetti che mettono in evidenza un ambiente casalingo.
 
Judith Koppens, Eline Van Lindenhunizen
Una topolina coraggiosa
La topolina Patti ha sempre paura, non vuole nemmeno andare sull'altalena. Carlo la giraffa ha un'idea: le regala un sassolino scacciapaura, così Patti si sente protetta e diventa coraggiosa. Ma un giorno Patti perde il sassolino. E adesso?
 
7-11 ANNI
 
Stefano Sandrelli
Quanti amici. Sulle onde della fisica moderna
È l'ultima settimana prima dell'inizio della scuola e Luca e Anna, fratello e sorella di 10 e 12 anni, sono invitati dalla zia Camilla, astrofisica precaria. Nel bellissimo rustico in Toscana, oltre ai ragazzi, soggiornano alcuni ospiti della zia: sono fisici, astrofisici e matematici che Camilla ha conosciuto nei congressi in giro per il mondo. Tra giorni di splendido mare, spiagge ormai deserte, pinete profumate, passeggiate in campagna, innesti e bonsai, Anna e Luca scoprono un mondo nuovo e meraviglioso, in cui la luce si comporta in modo strano, lo stesso topolino può trovarsi contemporaneamente in tanti posti diversi e le zie riescono ad attraversare i muri. Con semplici esperimenti e chiacchierate notturne alla luce delle stelle, Camilla e i suoi amici trascinano Anna e Luca alla scoperta dei più affascinanti aspetti della fisica quantistica in un mondo che non ha più certezze ma molte più possibilità.
 
Anja Janotta
Mira Kurz capelli rosso cuoco
Per Mira l'ortografia è un vero e proprio incubo. In compenso, però, nell'arte di invertire le lettere si destreggia come nessun altro! I nomi invece non sono davvero il suo porte. Per quelli non c'è niente da fare, sono proprio Anche quando si smorza non riesce proprio a ricordarseli. Decisamente un problema, se si vogliono stringere nuove amicizie... E infatti Mira non parte certo in vantaggio con la nuova compagna dagli occhi azzurri come il cielo e i capelli biondi fritti come aghi. La quasi nuova amica le viene soffiata da sotto al naso e, come se non bastasse, all'improvviso tutti ce l'hanno con lei! E all'ora, che fare?
 
Julia Lee
Diario di Nancy piccola detective. Misteri sospetti e delitti
Estate del 1920. Nancy ha 14 anni, vive con il padre impiegato in una fabbrica di biscotti e con zia Bee che lavora come conduttrice di bus. Nancy è intelligente e fantasiosa, ha la passione per i romanzi gialli e sogna di fare la detective; ma deve rassegnarsi a un lavoro come domestica presso la casa di Mrs. Bryce, una giovane e graziosa vedova. Al seguito di Mrs. Bryce, Nancy si trasferisce da Londra a Seabourne, una località sulla costa dove la signora ha affittato una casa per la stagione estiva. Nel paesino si verificano una serie di furti e Nancy annota sul suo diario tutto ciò che vede, in casa e fuori, come una vera detective. A lei si uniscono ben presto due ragazzini: Ella, figlia di un bizzarro archeologo americano, e il timido Quentin che ama fantasticare calandosi nei panni di un avventuriero. Ma, come in ogni giallo che si rispetti, nulla è come sembra e, man mano che il racconto procede, i misteri si infittiscono. Qual è l'oscuro segreto della cuoca? E che fine ha fatto il marito di Mrs. Bryce?
 
12-15 ANNI
 
Ronin Roe
Una gabbia di stelle
Adam è all'ultimo anno di liceo, è carino, gentile e circondato da amici. Quando gli viene chiesto di fare da tutor a un ragazzino problematico del primo anno si rende subito disponibile, ma scoprire che il ragazzino è Julian, il "fratellino" che era stato dato in affido alla sua famiglia e che non vedeva da cinque anni, lo rende ancora più felice. All'inizio Julian sembra lo stesso: semplice, pulito e amante delle storie. Ma più tempo passano insieme, più Adam capisce che Julian sta nascondendo qualcosa... Adam è determinato ad aiutarlo, ma il suo coinvolgimento potrebbe costare la vita di entrambi.
 
Luigi Ballerini
Imperfetti
Anno Settantadue dalla Fondazione del Sistema. L'ingegneria genetica divide la società in due rigide classi: i Perfetti, programmati per l'eccellenza, e gli imperfetti, nati da donna e destinati ai lavori più umili. È il momento che tutti attendono: sta per cominciare il GST, il grande talent show che decreterà il migliore tra i Perfetti di tutto il Sistema. Tre ragazzi sono fra i concorrenti selezionati: Eira P, bella e spavalda, è abituata a essere la prima in tutto; Maat P, ironico e diffidente, deve dimostrarsi all'altezza delle ambizioni del padre; Adon P, calmo e determinato, non può accettare niente di meno della vittoria. Il successo è un destino scritto nei loro geni. Eppure, ciascuno di loro nasconde un segreto inconfessabile. Insieme scopriranno qual è il vero prezzo della perfezione e quanto costa il richiamo della libertà.
 
Lynda Mullaly Hunt Un pesce sull’albero
Per gli insegnanti…che vedono il ragazzo prima dello studente, che ci ricordano che ciascuno di noi ha talenti particolari da donare al mondo, che incoraggiano a distinguersi anziché ad adattarsi.E per i ragazzi e le ragazze…che trovano l’ostinazione necessaria per superare le sfide della vita, qualunque esse siano. Siete degli eroi. Questo libro è per voi.
 
Nicola Brunialti
Alicia faccia di mostro
Era stato un brutto incidente a regalarle quella faccia che metteva paura, a renderla quella che era oggi: un mostro. Da quel giorno Alicia teneva nascosto metà del suo volto dietro un ciuffo di capelli neri. Finché non è arrivato Tommy Wizard, il ragazzo più fico della scuola, a scombussolarle la vita, a farla sentire normale e ad accompagnarla nell'ospedale dei mostri! Siete pronti ad entrare anche voi?
 
Genitori-Insegnanti – Educatori
 
Pellai-Morin-Mazzeo-Montanari
Parlare di Isis ai bambini
Quali parole può usare un genitore per spiegare al figlio il fanatismo religioso, gli attentati terroristici e riuscire a farlo sentire protetto e al sicuro? Come può un insegnante discutere con i propri alunni di islam, Corano, califfato, senza semplificazioni né pregiudizi? L'educazione può essere un antidoto alla violenza? Un linro che informa, orienta e fa riflettere: perché capire e parlarne insieme sono l'unica possibilità che abbiamo di creare nei nostri ragazzi gli anticorpi all'intolleranza.
 
Pagina a cura di Zelica Tapognani