Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su 'Maggiori informazioni'. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

UMANO MA NON TROPPO

Appuntamento venerdì 9 marzo, alle 21.00, con la prima replica dello spettacolo UMANO MA NON TROPPO. Strane relazioni tra uomini e macchine, al Teatro Civico Garybaldi di Settimo Torinese.
 
UMANO MA NON TROPPO
Strane relazioni tra uomini e macchine
Spettacolo teatrale sui temi dell’Intelligenza Artificiale nato dal progetto “Ogeima Story - Linguaggi umani, macchine, rappresentazioni”,
presentato e realizzato dalla Fondazione ECM, dalla compagnia teatrale Faber Teater e da Scuola di Robotica
 
Presentato e realizzato dalla Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana di Settimo Torinese in collaborazione con Faber Teater e Scuola di Robotica, lo spettacolo teatrale “Umano ma non troppo” è il risultato finale del progetto partecipato Ogeima Story, prodotto con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell'ambito di "ORA! Linguaggi Contemporanei - produzioni innovative".
 
Temi centrali del percorso teatrale sono la relazione tra uomini e tecnologie, tra uomini e macchine, le aspettative degli esseri umani rispetto alla progressiva diffusione dei robot e le implicazioni etiche ad essa connesse. Per narrare la complessità di questa relazione saranno presenti sulla scena esseri umani e robot in un rapporto reciproco di dialogo e condivisione di linguaggi, spazi e codici comunicativi. La sceneggiatura è stata costruita grazie a esperienze partecipative che hanno coinvolto giovani e adulti in percorsi di riflessione e ricerca sugli impatti percepiti della diffusione delle tecnologie emergenti nella vita quotidiana in termini sia di rischi sia di opportunità.
 
A portare in scena la rappresentazione sarà la compagnia teatrale piemontese Faber Teater con la regia di Gianni Bissaca e immagini e filmati di Diego Diaz Morales. Interpretato da Sebastiano Amadio, Marco Andorno e Nao, il piccolo robot umanoide programmato da Andrea Germinario, lo spettacolo vedrà la partecipazione di Stefania Operto. Robot e macchine saranno messi a disposizione da Scuola di Robotica.
 
Lo spettacolo sarà rappresentato tra il Piemonte, la Liguria e il Friuli Venezia Giulia. La prima replica si terrà a Settimo Torinese il 9 Marzo alle ore 21.00 presso il Teatro Garybaldi, seguita dallo spettacolo del 24 Marzo alle ore 20.30 al Teatro Archivolto di Genova. Il Teatro Revoltella della città di Trieste sarà palcoscenico dello spettacolo finale che si terrà il 13 Aprile alle ore 18.00. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito.
 
Per informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
339.52.14.819
 
Scarica QUI la cartolina
Scarica QUI la locandina
Scarica QUI il comunicato stampa